Tentazione di muffin

>> giovedì 26 novembre 2009

A voler fare le cose di fretta, si combinano pasticci. Questa volta le foto non mi convincono molto, ma lascio a voi giudicare. Ora che sono sotto tesi, complice anche il fatto che stiamo andando sempre di più verso temperature fredde, ogni volta che spengo il computer mi assale una gran voglia di dolce. E da golosa quale sono "posso resistere a tutto, fuorché alle tentazioni" come diceva Oscar Wilde. Agli inizi della mia avventura dolciaria, non facevo altro che sfornare muffin, senza seguire un procedimento particolare. E, meraviglia delle meraviglie, in barba al tanto decantato metodo della separazione degli ingredienti liquidi da quelli secchi, avevo dei bei muffin panciuti e alti. Da un pò di tempo a questa parte invece, notavo che i miei muffin durante la cottura se ne andavano per i cavoli loro: pendenti come la torre di pisa a destra o a sinistra, piatti come tavole da surf. Mistero.
Ora, ho visto che tanti bloggers si servono della separazione degli ingredienti liquidi da quelli secchi per realizzare muffin e dalle foto, questo metodo sembra funzionare alla grande. Ho voluto provare, pur essendo scettica sul fatto di rovesciare in un sol colpo le polveri sul composto liquido e di mescolare appena il tutto. San Tommaso ha dovuto ricredersi: finalmente la gobbetta è tornata e le crepe sono al posto giusto. Solo un paio hanno deciso democraticamente di fare a modo loro, secondo voi è questione di quantità d'impasto all'interno del pirottino? Ma per essere il primo tentativo, mi ritengo soddisfatta.

1 uovo
150g di farina OO
1 vasetto di yogurt bianco da 125g
70g di zucchero
40g di burro
5 shokobon (o cioccolatini a piacere) triturati
mezza bustina di lievito per dolci
una spolverata di cannella

In una ciotola, setacciare e mescolare fra loro la farina e il lievito, aggiungendo poi lo zucchero e un pizzico di cannella. In una seconda ciotola amalgamare l'uovo, lo yogurt e il burro fuso freddo. Rovesciare la ciotola delle polveri in quella dei liquidi e amalgamare con una spatola, aggiungendo i cioccolatini triturati. Riempire i pirottini o delle formine per muffin e infornare a 180 gradi per 20 minuti o fino a doratura della superficie.

5 commenti:

Lauretta and Mary 26 novembre 2009 16:23  

Ciao Giulia, ho visto una tua foto su fb e mi è sembrato di averlo davanti a me questo muffin!!! complimenti!! Bella anche l'idea del ristorante a Tokio...speriamo!!!

Sara 26 novembre 2009 19:49  

Secondo me sono venuti bene, belli crepati in superficie. Anch'io all'inizio non sapevo della separazione degli ingredienti liquidi e solidi, però poi da quando l'ho messa in pratica finalmente ho avuto muffin somiglianti a quelli che si comprano, porosi, molto diversi dalla consistenza di una torta. Brava Giulia, continua a sperimentare (anche con le foto, che io non so perchè ma mi sento che avranno un bel futuro...)ciao bella

Barbara 27 novembre 2009 11:34  

A me la foto piace, e sono sicura che sono ottimi, perche' io non bado tanto la foto quanto agli ingredienti, le proporzioni e il metodo usato per la preparazione, sai le foto sono solo apparenza. Per me sono ottimi e sei stata brava. :)

fiorix 28 novembre 2009 19:02  

oh io adoro i cioko bons, nei muffins devono essere golosissimi..le foto mi piacciono un sacco invece e la tua preparazione mi ispira tantissimo..baci!

Anonimo,  4 dicembre 2009 19:43  

I miei Muffffini! Nostalgia *____*
Tutù

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento, un saluto, qualche consiglio? Accomodati pure, questo spazio è tutto tuo :)