Biscottiamo?

>> martedì 1 dicembre 2009

Chiedo scusa a Michaela per essermi appropriata del titolo di uno dei suoi post, ma ci stava troppo bene. Dopo i muffin, complice anche il fatto che manca davvero poco a Natale, vai di biscotti. Rovistando nella credenza dove lascio accumulare utensili di cucina che poi mi dimentico sistematicamente di avere, ho ripescato una sac a poche (si scrive così?) della forma di cilindro (non so se è chiaro, la prossima volta metto una foto) e una a forma di sacchetto classico in plastica, comprate anni fa e poi dimenticate. L'ho sempre associate a torte guarnite di panna, poi mi sono messa a pensare: se facessi un impasto per biscotti tale da poter essere utilizzato anche per una sac a poche? Ho dato una sbirciata su alcuni blog e questo ha attirato la mia attenzione. Al primo tentativo ho letteralmente distrutto quella a sacchetto: l'impasto era troppo e troppo duro. Poi ho ritentato con un nuovo impasto, utilizzando la cilindrica, sperando che non facesse la stessa fine della sorella.
Questi biscotti sono di una facilità estrema, hanno passato il test parenti (il complimento più bello è stato "sembrano di pasticceria!") e quindi finiranno dritti dritti nei sacchetti regalo di quest'anno. Questi sono aromatizzati all'anice, ma potete sbizzarrirvi con ciò che più vi piace: cioccolato, cocco, buccia d'arancia e di limone. L'unica avvertenza è di non mettere pezzetti di frutta secca, ma di ridurli o in farina o in granella, altrimenti la pasta non riuscirà a passare bene dalle bocchette della sac a poche, rovinandovi l'effetto finale.

Biscottini all'anice

dose per circa 30-35 biscotti

1 uovo
70g di burro
60g di zucchero
10 cucchiai di farina OO
anice o altre spezie a piacere
1 pizzico di lievito

In una ciotola amalgamare l'uovo con lo zucchero, l'anice o le spezie preferite, aggiungere la farina setacciata, il lievito e da ultimo il burro fuso tiepido. Mescolare rapidamente fino ad ottenere un impasto piuttosto sostenuto ma non duro. Riempire la sac a poche e comporre i biscotti su una teglia rivestita di carta da forno. * Cuocere in forno ventilato a 180 gradi per 10 minuti, o fino a doratura. Prepararli il giorno prima aiuterà a far assestare meglio i sapori tra loro. Conservare in sacchetti di plastica (non so dirvi quanto si conservino...da me non sono arrivati al terzo giorno!)

*Nota: L'unico inconveniente di questi biscotti è che se non lavorato velocemente, l'impasto rischia di diventare duro in poco tempo. Indicativamente, avete un quarto d'ora, altrimenti vi ridurrete come la sottoscritta a sbuffare su uno stantuffo che non ne vuole sapere di spremere i biscotti. Detto così sembra difficile, una volta che avrete preso la mano, sarà una passeggiata.

5 commenti:

steval 1 dicembre 2009 19:29  

Buonissimi questi biscottini brava

fiorix 1 dicembre 2009 20:25  

io anche vorrei cimentarmi in questa preparazione ci ho provato una volta e l' effetto non è stato bello come il tuo..mi sà che ti rubo la ricetta!un bacio a presto!

fantasie 1 dicembre 2009 20:29  

Io ho fatto una ricetta di Antonella di Tony's Pastries che dovevano avere la forma bellissima dei tuoi biscottini... ma una volta in forno mi si sono tutti spatasciati nella teglia! Quindi complimenti, perché sembrano veramente fatti in pasticceria!

Chiaretta,  2 dicembre 2009 12:05  

Ciao Ragazzi! Sono ancora io...la cuginetta di Giulia che ha la fortuna di assaggiare tutte le cose buonissime che prepara...bè i biscotti secchi, insieme a crostate e crostatine, sono in cima alla lista dei miei dolci preferiti e questi..........davanti ad una tazza di thè o un bicchiere di Moscato...o semplicemente quando uno ne ha voglia...sono fenomenali. Bacio cuginè.

Chiara

Micaela 2 dicembre 2009 12:43  

carissima e perchè mai dovresti scusarti!! buonissimi questi biscottini!!! devo provarli anch'io! un bacione.

Posta un commento

Vuoi lasciare un commento, un saluto, qualche consiglio? Accomodati pure, questo spazio è tutto tuo :)